username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Enrico Ressa

in archivio dal 21 lug 2007

13 gennaio 1991, Taranto

segni particolari:
Caccole nel naso

mi descrivo così:
Caccola

21 luglio 2007

Caldo

Intro: Un testo caldo, molto caldo! Tra surreale e realtà arriva l'esordio, veramente estivo, di Enrico Ressa su Aphorism.it

Il racconto

Ho caldo. Il ventilatore è rotto.
Dove sei, Pinguino De Longhi....
Ho finito il Nestea e fa caldo. Non ho il sole, non ho il mare e non ho quella che, a causa di un'insolazione, me la dia.
Ho solo molto caldo.
Caldo.
Concentrati, giovino. Hai ancora tutta la vita davanti. Ma fa caldo, rispondi dentro di te.
Caldo. Molto caldo.
La temperatura sale... Capperìn, fa proprio caldo, no?
No... No... già... ora capisco

Siete al Polo Nord. Brutti bastardi.
Dicevano in Tv.
Guardo la D'Eusanio... E per il caldo mi sembra quasi gnocca.
Il fotoromanzo di Costantino.
Caldo.
Stai delirando, giovino mio...
E il vento fugge tra le mie calde chiappe....
E sudo.

 

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento