username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Fabia Muscariello

in archivio dal 06 nov 2009

12 luglio 1981, Gaeta (LT) - Italia

mi descrivo così:
Io la vita me la godo... io la vita me la soffro....

19 luglio 2010

Cambierà

E quel pensiero si fa mancare.
Diventa con un battito più forte
la cosa che sta dentro.
E tu non sai,
non vuoi nemmeno tanto ammetterlo.
Ce la fai dal lunedì al giovedì.
Perché di venere e di marte non si dà principio all’arte.
Ma tu hai bisogno di sentirti libero e sereno
di sentirti dentro da mani a piedi.
Spinto dall’anima a dare forza alla tua vita con le parole,
perché tacere non ti onora,
e ti “costringe”  a creare,
a scrivere in silenzio, fin dove,
prendendo quota, ricordi a questo bianco sfondo
che tutto è qui per te.
Tutto passerà.
La giornata.
La malinconia.
E tornerà il sorriso bell’acceso.
Il pensiero lieve,
quello che t’abbraccia nelle ombre che pochi
sanno apprezzare,
per scovare la tua indole.
La tua sensibilità,
la tua solarità
che non vuole smettere nemmeno
quando tutto non è proprio al posto giusto.
Ma non lo è mai ed è proprio questo il giusto.

 

E’per questo  che
Ti manca tanto quel pensiero.
Quello che ti conosce da lontano e
sa come venirti a cercare.
Lo fa da un sogno.
Lo fa da tempo.
Lo fa senza sigla d’apertura
ma rappresenta tutta la scena
rendendola indimenticabile.
Ti  manca
e non si può dire,
ma tu lo sai che tornerà a farti visita.
Prenderete il vostro caffè.
Sorvolando una mezz’ora di cielo insieme
fino ai saluti che avranno meno peso
per la bellezza del pensiero aperto
e la speranza di prossimi racconti...

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento