username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

in archivio dal 09 ott 2012

Fabienne Felicia Matteini

20 marzo 1989, Pistoia - Italia

elementi per pagina
  • 09 ottobre 2012 alle ore 15:11

    Come comincia: Sono qui per conoscerti.
    Il buio ti circonda ma sono arrivata da lontano dopo un gran cammino solo per chiederti ciao, chi sei?
    Correvi in cerchi a viso basso, fissando il pavimento stando attenta a non cadere senza renderti conto che non stavi andando da nessuna parte.
    O forse lo vedevi ma preferivi non alzare gli occhi.
    Poi una notte, sotto il cielo stellato, ti ho detto che ogni piccola stella che vedevi sopra la testa era una piccola parte di te.
    Dentro di te avevi racchiuso ogni stella, nuvola, galassia e buco nero che potevi vedere standotene li, sdraiata al buio in un parco che profumava di lavanda.
    Con la mano dolce appoggiata sul mento ti ho fatto alzare il viso, tanto pioveva, non si sarebbero viste le lacrime. anche se in effetti te le avrei asciugate una a una con i miei sorrisi e quello che nella vita ti avrei dedicato da li in poi.
    Ti ho baciato per sentire il sapore di un mondo che non avevamo più da tempo.
    Ho sentito il calore del tuo corpo sopra il mio troppo simile a quello del passato e mi sono distrutta sotto le tue carezze che sapevano di ricordi e morsi allo stomaco.
    Da allora tutto è cambiato. le strade erano divise ma unite. i colori scuri ma accesi. i profumi sapevano di bruciato ma erano dolci e facevano sorridere.
    Come quando piove e tu stai dall'altra parte della finestra poggiandoci la mano, hai lasciato il segno sulla mia anima, come la condensa sul vetro ghiaccio.
    Un viso sfocato che si allontana diventando sempre più grigio come il resto del mondo ad ogni passa indietro che fai.
    Ma hey.
    Ero qui per conoscerti.
    Il buio ti circondava e correvi in cerchi.
    Ma da lontano ti ho presa per mano e conosciuto più di tutti gli altri.
    TI ho guidato verso le stelle riportandoti al tuo mondo.
    e ora che lo stai riperdendo e ti allontani getti via anche me.
    mi lasci la mano e mi chiedi chi sono.
    mi chiedi chi sei tu
    ti dico che sei tutto
    che sei l'universo intero racchiuso negli occhi più belli che abbia mai visto
    ma come ad ogni litigio non basta e ti vedo andar via a testa bassa lontano da me e da quello che siamo e che non siamo mai state
    nessuno ha mai detto che sarebbe stato facile
    nessuno mi aveva detto che sarebbe stato così difficile
    ma hey. ero qui per conoscerti.
    e ora ti conosco
    e non tornerei indietro per niente al mondo
    riportami alle stelle e ai colori
    ero solo qui per conoscerti…