username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

in archivio dal 21 gen 2006

Federico Ferraro

20 marzo 1986, Napoli
Segni particolari: Inserito già in varie antologie di poesia.
Mi descrivo così: Mi chiamo Federico, ho 19 anni e vivo a Napoli. La mia passione, da sempre, è la poesia. Già all'età di 14 anni avevo una propensione per la letteratura in generale.
Mi trovi anche su:

elementi per pagina
  • 13 marzo 2006
    Quattro sassi

    Dietro alla porta
    che grezza rimase
    negli anni
    in cui abitavo
    in vecchia casa
    quattro eran
    quei sassi
    che porgevo alla
    finestra
    di scuro colore
    che furon alla visione
    del celeste
    azzurrino cielo
    e pietre spaccavano
    da raggi che
    perpetui
    al culminar di quella
    mite giornata si
    andarono
    a posare
    su colline
    ancor di distinta
    luce...

     
  • 08 marzo 2006
    Ridi o tu pagliaccio!

    Ridi o tu pagliaccio!
    disteso su risate
    di marzapane.
    Ridi o tu pagliaccio!
    al tempo che
    sarà meretrice
    la tua voglia
    di specchiarti
    su una chinozza
    pien d'acqua
    e levar via quel trucco
    che ha giocato
    vestendosi
    per far divertire.
    La foglia secca cadrà
    sui tuoi piedi
    e tu ormai vecchio
    siederai con
    ancora in mano
    il rosso naso...

     
  • 06 marzo 2006
    Sto in cerca di te

    Sto in cerca di te
    mia dolce creatura
    chiamata donna
    al suono che al dolce
    mitigar ti solleva
    spiga di cui
    io mi vorrei cibare.
    Passi con
    in cuore l'amarezza e
    il berretto.
    Sto in cerca di te
    prendendo slancio mi
    lancio
    apro le ali
    per veder se ci sei.
    Al mite sole
    continuo a cercarti
    invano...

     
  • 31 gennaio 2006
    Insieme a te

    Insieme a te
    il passaggio
    dell'amore sparirà
    spaurito
    di quel canto
    che riversa su
    calici di vino.
    Ci allontaneremo
    ed un'altro
    giorno
    ci passerà intorno
    girando
    intorno
    ai nostri corpi...

     
  • 21 gennaio 2006
    Oggi mi sono seduto

    Oggi mi sono seduto
    e ti ho pensato.
    Piove e la piazza
    desolante
    veniva sublimata
    da quel silenzio
    irreale.
    Oh quanto volevo
    le tue risa
    magiche su
    quel punto
    di ascoltarti
    tutta quella sera
    ma ormai
    si è fatto
    tardi ed
    il vento
    mi
    porterà
    con sé...