username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Filippo Gallina

in archivio dal 12 gen 2007

20 dicembre 1977, Asti

segni particolari:
Mediativamente onnivoro, morbosamente curioso

mi descrivo così:
Un significato dal mutevole significante

12 gennaio 2007

Monade Scarlatta

Cosa sono queste unghie
che stringono il mio cuore?
Perché i miei pensieri, stremati,
boccheggiano accanto ad un fiume?
Sostenuto da una delirante deriva
non esisto più.
Spiazzante assenza di raziocinio
marasma di cellule senza il minimo controllo.
Quanto male che fa, qui
dritto dentro il torace
e si espande (irrefrenabile onda)
e non cessa di moltiplicarsi
e non è nulla al cospetto
del boato che seguirà, tremendo,
questo distacco.
Quanto ti sono riconoscente
lo sanno solo il vento, la musica
e un raggio di sole.
Quanto male…
Quanta riconoscenza perché
finalmente ora comprendo,
ora comprendo
e non servirà mai più che una parola.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento