username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Fiorella Cappelli

in archivio dal 23 apr 2012

18 ottobre 1953, Roma - Italia

segni particolari:
Nel Comitato dei Lettori dal 2014.

mi descrivo così:
Poetessa, scrittrice, recensionista e giornalista free-lance. Tanta passione  per la scrittura: poesia in lingua e in vernacolo romanesco, narrativa, aforismi; amore per la lettura. Organizzatrice di eventi culturali, mostre d'arte e presentazioni libri. 

31 luglio 2012 alle ore 12:24

La Botticella

Quanno che Roma è tutta disastrata
drento a ‘n cantiere parte la giornata:
mucchi de sampietrini pe la via
che strigneno de brutto la corsia.

Er traffico impazzito già a matina
Piazza Venezzia pare ‘n’officina.
Inizia la giornata co’ la jella:
‘na machina te pija ‘na botticella

e t’aritrovi fermo, tra lo sballo
chi cià rimesso, è un povero cavallo
ché scivolato, co la tamponata,
poraccio, cià ‘na zampa fratturata.

Piagne er vetturino, nun po fa’ gnente
e intanto intorno cià millanta gente
che s’è scordata puro davé prescia:
smiccia ‘na pora bestia che s’accascia.

Er veterinario ha espresso er giudizzio…
Mo la piazza pare tutta ‘ comizzio,
l’Artare de la Patria è addolorato
è proprio fora tempo, l’accaduto
che quanno j’hanno detto: “è morto ‘n tale”
nun s’aspettava certo ‘n’ animale!

Poesia  composta a luglio 2008, in presenza dell’incidente  avvenuto a Piazza Venezia

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento