username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Francesca Cammarota

in archivio dal 22 dic 2005

11 luglio 1978, Napoli - Italia

segni particolari:
Mano destra volubile e passionale, innamorata delle penne a inchiostro nero. Instancabile.

mi descrivo così:
Lascio agli altri la bontà di descrivermi. Io non parlo di me, scrivo di me.

16 febbraio 2006

Granello

- Mentre l’oscurità fende/
la luminosità del cielo/
sfornando soufflé/ di lingue viola…/
Il vento stende/ e scuote, /
l’umore dell’immensità. -

Arriva lei,
benedizione dell’aria
e battesimo della terra.
Arriva e scioglie
le scaglie, dell’animo mio
corteccia lasciva.
Poi come cascata 
che preme e spinge
scrolla la mia stolta umanità.
Ora sono roccia e ostacolo!
Devio il suo venire
per poco a poco svanire
doma delle sue insistenze.
Allora il dolore
del corrente vivere,
mi rende nuda,
pronta ad accoglierla.

Ecco la mia anima: granello di bene.
Ecco il mio amore circondato dal dolore.
Divento perla agli occhi d’un mondo
che non sa pregare…

e l’ispirazione giunge.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento