username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Francesca Cammarota

in archivio dal 22 dic 2005

11 luglio 1978, Napoli - Italia

segni particolari:
Mano destra volubile e passionale, innamorata delle penne a inchiostro nero. Instancabile.

mi descrivo così:
Lascio agli altri la bontà di descrivermi. Io non parlo di me, scrivo di me.

04 dicembre 2006

Mentiroso

Lasciva creatura
m'allieta vederti stupito
dal tuo stesso inganno tradito
nel medesimo vizio stregato:
violato, vinto, straziato.

 

Pupilla spalancata, è terrore!
E dentro il timore che il tracollo giunga
che il passo incerto non sia più sorretto
o che il cuore in petto più non finga.

 

Ah, l'inganno è svelato!
L'animale stanato, picchiato, braccato.
Umano uomo nel tuo lezzo asfissiato.

 

Levato dalla dignità: s'erge,
il mio disprezzo al tuo cospetto
e ride di sè, per aver creduto in te.

 

Ma ancora non hai capito
che divitadivina occorre nutrirsi?
E mai capirai! Piccolo uomo,
piccolo, piccolo, resterai.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento