username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Poesie di Francesca Fichera

Visita la scheda completa e tutti gli altri testi di Francesca Fichera

  • 24 settembre alle ore 16:41
    Sintesi

    Fra le tue mani i giorni passati
    non sono errori ma 
    direzioni.

  • 10 luglio alle ore 23:41
    Estremità

    Se ci siete 
    sarete i miei re e le mie regine,
    se non ci siete
    vi saluterò come passanti,
    forse meno.
    Non siederete alla mia tavola ogni tanto,
    a me piacciono i sempre
    oppure i mai.

  • 26 aprile alle ore 11:18
    Definizione #2

    Avere te è
    riempire le finestre che vedo.
    È il vuoto al centro
    dell'alba
    che non è d'aria ma d'acqua.
    È giocare 
    all'infanzia e
    ridere
    delle negazioni.

  • 17 marzo alle ore 17:50
    Salvezza

    Non basta un mare
    per spurgare
    gli anni bui
    ma mille mari
    sì, e quelli
    sei tu.

  • 12 marzo alle ore 20:10
    Questione di cuore

    Non importa 
    se importa
    o meno.
    Importa di
    più la porta
    aperta
    sul seno.

  • 26 febbraio alle ore 18:50
    Solidale (Filastrocca dell'azione)

    Tanti chicchi
    fanno un cucchiaio
    Tante briciole
    fanno un boccone
    Poi non datemi
    del coglione
    se mi sta a cuore
    la piccolezza.

  • 25 gennaio alle ore 18:43
    Tentativo

    Tu
    sei ancora altro
    dalla morte.
    Se te ne vai
    tendi per sempre
    un arco di
    eco
    dopo un rumore
    spento.

  • 20 novembre 2013 alle ore 12:35
    Finestra

    Eccolo che arriva
    il naturale subbuglio
    della sera
    dove in una 
    finestra guardo e
    misuro l'eterno
    senza consapevolezza

  • 08 settembre 2013 alle ore 12:48
    Contraccolpo

    Più dei colpi dati
    contarono quelli
    lasciati dare.

  • 26 luglio 2013 alle ore 20:26
    Il cielo di Francia

    Dimenticate
    che non sono
    piccola
    Che l'aiuto è
    una domanda
    a cui sola io
    rispondo
    Che il cielo pesa
    e non bada a 
    chi schiaccia
    Che la paura 
    si vince con
    l'applauso dei
    muri
    E che i giorni mai
    persi non
    ritorneranno.
    Dimenticate
    e tendete
    alla mano mai 
    pargola
    che fu troppo 
    grande.

  • 01 luglio 2013 alle ore 8:59
    La soluzione

    Imparai a danzare
    con le assenze

  • 22 maggio 2013 alle ore 20:46
    La natura

    E la luce disse:
    torno nell'ombra
    perché è lì che sono nata

  • 26 aprile 2013 alle ore 8:38
    Regalo

    Hai infranto
    le nuvole,
    spalancato il
    cielo
    che non tornerà
    mai corto.

  • 25 aprile 2013 alle ore 12:25
    Siesta

    Un gatto mordeva l’aria
    mentre tu giocavi
    a zittire i lamenti
    E i tuoi denti
    non tagliavano ancora
    Erano perle nell’acqua,
    al sole.

  • 21 aprile 2013 alle ore 17:49
    M

    Sono un mare in tempesta
    sotto un cielo sereno

  • 19 aprile 2013 alle ore 11:31
    Sera

    A terra 
    un pallone
    Sul viso
    un bagliore
    Lo specchio che 
    aspetta
    Il giorno
    che muore

  • 15 aprile 2013 alle ore 18:48
    Enigma passato

    Qualunque cosa fosse,
    è andata.

  • 11 aprile 2013 alle ore 22:05
    De brevitate vitae

    Scrivo un sogno
    prima di dormire

  • 08 marzo 2013 alle ore 12:17
    Enigma dell'ora

    Cos'è ora la vita
    se prima
    non era?

  • 05 marzo 2013 alle ore 21:58
    Enigma del non

    Se solo non fosse
    necessario ad amarti
    potrei non amarmi
    pure di non 
    lasciarti

  • 22 gennaio 2013 alle ore 21:56
    Impressione

    Troppo è il pensiero
    per generare senso
    o parola.
    E intanto scruto in una
    pozza d'acqua
    sperando di trovarti
    e scorgo gli altri,
    i troppi,
    e te,
    il solo
    in scintille di 
    sole

  • 02 gennaio 2013 alle ore 14:09
    Il momento

    Arriverà il momento
    che non dirò perché è giusto
    ma perché lo sento

  • 17 dicembre 2012 alle ore 18:14
    Orfeo ed Euridice

    Tu sei l'Orfeo
    che nella fede
    non si volta
    ed io l'Euridice
    che segue
    ad occhi bassi
    fissi sul cammino

  • 08 settembre 2012 alle ore 18:15
    La quartina sbagliata

    Nessuno ha il coraggio
    di dire al potente
    che in realtà fa schifo
    ma è meglio di niente

  • 02 settembre 2012 alle ore 10:39
    I ritorni

    Impressionante il tempo e il suo chiudermi in me senza rumore
    e naufragar m’è stato dolce nel solito mare,
    con il castello salato d’oceano e di memoria
    che ora tiene anche noi, più pesanti
    della Storia.
    Mi sono chiusa in me e ora mi apro, come una corolla
    che rossa sorride al sole e mostra
    l’oro nel cuore.
    Le emozioni erano stampi
    in cui versavo impressioni, e adesso son loro che mi colmano pian piano,
    man mano,
    mano nella mano,
    ti amo,
    non so che vuol dire ma è vero,
    so che è simile alla preoccupazione con un misto di gioia e di dolore, che chiunque può star solo ma chi ami no, non vuoi lo sia,
    chi vuol esser lieto sia,
    io lo sono. Ho vinto, perché vincere è amar quel che s’è scelto, lui, l’arbusto  che ci aspetta
    oltre la vertigine,
    del cielo serio osservatore,
    sta lì a fissare l’azzurro orizzontale
    in attesa di altra polvere,
    di altri passi da ascoltare.
    La vita è stata là, la vita è già finita,
    felicità è rinascere crescendola ogni volta.

    Ombre confuse sul fondo, si diradano, le sto soffiando via,
    una ad una, guardando
    nelle loro bocche d’inferno che non fanno più paura
    della paura stessa.

    Tornerò quando sarò andata via