username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Francesco Franzese

in archivio dal 16 giu 2011

09 giugno 1974, Crispano - Italia

segni particolari:
Ero, sono, sarò... mai uguale, ma sempre lo stesso!

mi descrivo così:
La vita è un brivido che vola via! E' tutto un equilibrio sopra la follia! (Vasco Rossi)

16 giugno 2011 alle ore 18:39

Perfette imperfezioni

Continuava ad ignorarle tutte, assorto in un mondo passato o irreale, certo non più attuale. "Ma attuabile sempre...." aggiungeva lui con quel sorriso che gli solcava i pensieri, mentre brillavano i suoi occhi.. Lui immaginava soltanto una, le altre non esistevano. Forse neanche lei, ma nelle sue fantasie non si assentava mai. Perfino la sua assenza nella realtà era profumata come un sogno di una notte invernale al calor di un camino. Cosa aveva di così speciale? Tutte le altre preparate a puntino, dopo ore in sala trucco e i vestiti più alla moda, non le degnava di uno sguardo. A lei bastava un qualsiasi straccio.. Indossato da lei diventava armonioso e illuminato dalla luce dei suoi occhi. In fondo lei era così semplice.. Irrequieta quanto basta e romantica a suo modo. Ma si amava ed amava la vita ed era contagiosa, così come il suo sorriso che facevano chinar gli occhi a lui che non reggeva quella luce. In fondo l'amava per un solo motivo.. Lei non era le altre, lei non era uno stampo rifatto più volte. Lei era l'ideale armonia del caos e dell'ordine, della luce e del buio.. Lei e le sue perfette imperfezioni. (F.F.)

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento