username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Francesco Giampietro

in archivio dal 04 gen 2013

16 agosto 1992, Napoli - Italia

segni particolari:
Tanta voglia di cambiare.

07 gennaio 2013 alle ore 10:18

C'ho l'amore

c’ho l’amore, c’ho l’amore, questa malattia del cuore,
c’ho l’amore, c’ho l’amore…
le parole, le parole, servon a poco per spiegare,
son malato da morire…
c’è chi duole, c’è chi tace, chi differenzia e vuol decidere,
ma l’amore non conviene,
non conviene con la chiesa che ne fa del cielo ascesa
e fomenta ancora odio per chi dell’amore non fa stereotipo,
non conviene con quelli per bene che reprimon la passione,
si l’amore, quello vero, non conviene…
c’ho l’amore, c’ho l’amore, questa melodia che esplode,
c’ho l’amore, c’ho l’amore…
quell’odore, quell’odore, che ricorda prati in fiore,
qui disteso potrei morire…
non si finge, non mi convince, chi confonde e poi riflette,
perché l’amore è un’azione fatta senza senza nazione nè differenza alcuna,
nell’agire so di amare,
e chi soffre, chi rimpiange, chi vorrebbe dimenticare,
si ricordi, che anche quello, è amore…
c’ho l’amore, c’ho l’amore, questo quadro d’autore,
c’ho l’amore, c’ho l’amore…
quel colore, quel colore, che riempie le giornate piu’ nere,
mi ricorda che c’ho l’amore…
c’ho l’amore, c’ho l’amore, e non servon piu’ parole,
c’ho l’amore, c’ho l’amore…

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento