username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Francesco Giampietro

in archivio dal 04 gen 2013

16 agosto 1992, Napoli - Italia

segni particolari:
Tanta voglia di cambiare.

04 gennaio 2013 alle ore 18:12

Napl

Napl, già te vec mentr sceng e' scal, aret a na' fenest annascunnut,
a ppier o' mar stesa 'ngopp a na' sagliut.
O' ciel t'assumigl, na' luc' se stut 'nmiez a tant at appicciat,
e mentr sceng stu penzier me fà passà a' pazzarij...nun te chied nient,
nient r'eccessiv,nient ca nun putiss fà,
ossac ca ij song un comm a tant, ma tu sì una sola,
e staser me sierv sul tu.
Ma c't' custass, a te ca si grand,
e m'arregalà na' cascat e stell pà culurà e' capill,
nun è nient, pè tte foss fessarij,
accarezzà o' mar comm foss na' tavl e fermall sott o' ciel,
mentr ij le ric ca è a' vita mij.
Adduormet 'ngopp a stu cuscin e suonn,
pe' cchi nun se l'ha vennut e rest ancor cà,
astrignet o' tiemp e nun ò fà passà,
foss pur sul nu minut e cchiù,
pe' mme perder rint a cchill'uocchi comm me perd guardannete a tte.
E mentr t'adduorm, dince o' vient e passà senza fà rummor,
accussì ca me sient mentre 'nce facc' l'ammor,
e nun te preoccupà si a' terr tremm, è o' core che sbatt,
'nmiez a chest'onn.
E quand se fà matina e spond o' sol, fatt accarezzà comm s'accarezzen è sciùr,
cu' na' lenz e luc' stracc' o' scur accusì ca le pozz arregalà tutt e' culur.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento