username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Poesie di Francesco Gilistro

Visita la scheda completa e tutti gli altri testi di Francesco Gilistro

  • 10 maggio 2013 alle ore 2:16
    La corsa

    Corre veloce la vita in sella ad una moto potente.
    Sotto il cielo terso di Maggio  cavalca come onde docili i ciuffi di erba che si increspano al suo passaggio.
    Lungo una provinciale dritta e desolata  accelera la vita , che buca l’aria e spezza il vento flebile in un fragore crescente.
    Corre forte, sempre più forte, la vita, sul manto grigio e bollente e schiva i raggi dritti del sole mezzano che rimbalzano in terra e spariscono tra i campi fitti e fioriti.
    Si arresta di colpo la vita che si aggrappa strisciante e disperata all’asfalto rovente.
    Sbatte e s’infrange la vita nel rumore sordo e inesorabile di ciò che si rompe.
    Schizza via per sempre la vita dopo un lampo improvviso ed un breve ma infinito sibilo artificiale.
    Ascende la vita che fluttua a mezz’aria, abbandonando il corpo vuoto e squassato e un  volto senza luce, solcato da rivoli caldi e fluenti di sangue pulsante.
    Vola via la vita che incrocia e trapassa le eliche volteggianti di un elicottero giallo e poi plana sopra le voci e le preghiere di tutta quella gente che, ancora, si affanna a cercarla in un battito, in un sospiro.
    Ondeggia lontanissima la vita nel cielo più blue, leggera, senza  dolore.