username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Francesco Giuseppe La Rosa

in archivio dal 15 set 2008

01 settembre 1980, Catania - Italia

segni particolari:
Misantropo

mi descrivo così:
Nessun giudizio potrà scalfire l'anima delle mie dita che brandiscono la penna

20 febbraio 2011 alle ore 19:17

Indugio

Gusto fette di mela
e contemplo il vuoto quartiere
dalla mia umile finestra.
Niente vola intorno
ne uccelli ne mosche,
solo piccoli insetti
che si nutrono di piante.

I fiori alla ricerca della luce
spostano un po' in la i gambi
recisi dalla stagione fredda.
Attendono anche loro
la nuova arida estate
seguendo le leggi della natura
della più vana sopravvivenza.

E mi ritrovo a cibarmi di lei,
dai succosi e rotondi frutti
della mia cara madre
attraversata dal tempo.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento