username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Francesco Porqueddu

in archivio dal 16 dic 2005

10 aprile 1983, La Maddalena - Italia

segni particolari:
Bello e impossibile.

mi descrivo così:
Ogni mattina mi sveglio e spero che il mondo sia cambiato...

30 marzo 2006

Aspettando...

Sono qui nella mia buia stanza,
in attesa di un suono, un segnale.
Aspetto impaziente che si illumini
che mostri il tuo nome

e il colore dei tuoi occhi azzurri.
Attendo nell'oblio che c'è senza di te,
aspetto il tuo ritorno, la tua voce
leggiadra, aspetto di morire ancora

nel vedere i tuoi occhi, il tuo viso.
Una vita bruciata nell'impossibilità
di conoscere una stella cosi bella

quale tu sei. Un amore profondo che
sboccia dal cuore, dal profondo
animo che tu sfiorando hai svegliato.

01/11/03

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento