username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Francesco Primerano

in archivio dal 22 ago 2012

02 dicembre 1974, Vibo Valentia - Italia

mi descrivo così:
Ho vissuto una vita da favola, ma quella che verrà sarà sicuramente migliore. La mia è stata una gioventù semplicemente e decisamente meravigliosa,tra alti e bassi mi sono impegnato tanto, ma mi sono divertito moltissimo! Non ho parole per descrivere il mio vissuto.

08 maggio 2013 alle ore 20:45

Ho visto i Beatles volare

di Francesco Primerano

editore: Youcanprint

pagine: 112

prezzo: 10.00 €

Acquista `Ho visto i Beatles volare`!Acquista!

L'autore presenta il suo libro come una "Raccolta di schegge di vita": ed è proprio così che si apre davanti ai nostri occhi questo testo, con una serie di abbaglianti sensazioni, riflessioni in forma di commento ai fatti legati al gruppo musicale che dà il titolo al libro, i Beatles, accompagnate da immagini che devono sicuramente essergli molto care.
Primerano è un entusiasta: dall'infanzia e dall'adolescenza, con tutti i loro bagagli di scontri e speranze disattese e corteggiate, rinasce alla vita adulta proiettato nel futuro, senza nulla rinnegare degli errori, ma sicuramente con un'inesausta capacità di godere dell'esistenza.
Amicizia, amore: la musica accompagna questi sentimenti lungo un percorso su di una terra natale appassionatamente incisa nell'anima come un gioiello che non si può mai dimenticare.
Ci sono pagine affascinanti dedicate a Roma, altrettante ne troviamo a raccontarci l'infinito amore che Primerano sente per la natura e su tutte, costantemente, vibrano le parole con le quali l'autore insiste, nonostante tutto, a dichiarare il suo straordinario interesse per la gente e per la vita.
Il futuro, per l'autore, non è un'incognita, ma è un territorio incontaminato da scoprire, perché leggendo i suoi aforismi, i suoi brevi testi, ci rendiamo conto che per lui la vita è davvero un'avventura infinita.
Gli auguriamo sinceramente di continuare ad albergare nel suo cuore questo slancio, affinché anche noi si possa continuare a dire: Francesco, ti voglio bene.

recensione di Niva Ragazzi

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento