username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Franco Braga

in archivio dal 24 apr 2006

01 settembre 1921, Ferrara

24 aprile 2006

Ed ecco

Ed ecco che solo da ieri,

io sono più  vecchio di te.

Tu fermo, laggiù, a quella sera

che il male ti colse

improvviso.

Ed io che continuo

la strada nel tuo ricordo,

di primavera in primavera.

Sereno ed immobile  in un

accennato sorriso,

mi appare il tuo volto.

Ascolto nella memoria,

il fischio, un sibilo a labbra serrate,

che usavi talvolta a chiamarmi,

se ti ero lontano,

senza gridare il mio nome.

Ti incontrerò, padre,

e non so dove e come,

quando il Cielo che solo

scandisce i miei passi

deciderà  che si chiuda il mio tempo.

Fa che risenta l'antico richiamo,

se finiranno le mie giornate.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento