username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Gian Mario Occhioni

in archivio dal 14 mag 2007

01 febbraio 1954, Cagliari

04 marzo 2009

Ganga

Una goccia di oceano, una goccia di uomo
E ancora tu sacro Fiume a
Portare Oltre la mia  anima

Tu che stai al di là ma pur sempre quà.
Tu frontiera, tu  Fiume.

Marci barconi, spinti da remi usati e
Da mani logore,
silenziosi come spazi vuoti,
vanno in questo giorno
in questo mio giorno con Te

Ganga

Da passaggio ad est

Commenti
  • Fiorella Cappelli L'umiltà dell'uomo rende omaggio al sacro Fiume, alla Dea, con l'immortalità delle parole e ne dipinge scene di sudore e di rispetto sentendosene parte : "Una goccia di oceano, una goccia di uomo".

    01 febbraio 2015 alle ore 9:27


Accedi o registrati per lasciare un commento