username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Gian Mario Occhioni

in archivio dal 14 mag 2007

01 febbraio 1954, Cagliari

31 marzo 2009

Sei!

Sei come l’onda  che viene
E sul bianco s’annulla
Sei come le mani che bacio
Sei come azzurro del cielo
Sei!
Sei come il fiore del mattino
Sei 
Sei come il gioco di un bimbo
Sei come
Il bacio di una stella
Sei
Sei come la spuma da nord
Che vola sul vento
Quando la tramontana
Graffia il granito
Di gennaio
Sei!
Sei,
Come l’aquila che stride
sulle sue nubi
Volteggi e ti abbassi e
segui i miei passi
Fammi parlare ora,
che di te vorrei
alitare il respiro!
Fammi  salire
Con questo mio pensiero
oltre la tua anima.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento