username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

in archivio dal 08 mag 2007

Gianluca Della Monica

15 ottobre 1979, Roma
Segni particolari: Mi piace scrivere poesie, racconti, ma soprattutto romanzi. Al momento ne ho pubblicati tre e intendo pubblicarne ancora molti. Curo il sito internet indicato nella scheda.
Mi trovi anche su:

elementi per pagina
elementi per pagina
  • 08 maggio 2007
    L'ultimo petalo

    Anche l'ultimo petalo è stato strappato
    e il vento l'ha portato via fino al mare.
    Solo dalle onde ha ricevuto qualche carezza,
    finché, appesantito e stanco di galleggiare,
    è colato a picco, lontano dalla luce, lontano dalle stelle.
    Il fondale freddo ed oscuro lo accoglie,
    una lieve corrente lo distrae e un po' lo culla,
    lo trascina, tra piroette e capriole, su un bianco corallo
    e di esso fa il suo trono dove, beato e sereno, finalmente si riposa.
    Ma l'acqua, la corrente e il sale piano piano lo sbiadiscono,
    lo sfaldano, lo assottigliano, lo cancellano.
    Ma ormai lui si sente corallo
    e del mare si crede il re.

     

    Tratta dal romanzo "Farfalle di porcellana"

     
  • Ero l'ala spezzata di una rondine moribonda,
    ora sono un cigno che danza in un lago di un giardino fiorito.
    Ero la neve e poi il ghiaccio dell'inverno polare,
    ora sono l'aromatico caffè nella tua tazzina di porcellana.
    Ero una balena anziana e malata in via di estinzione,
    ora sono una voce importante in un coro augurale.
    Ero un pulcino abbandonato bagnato dalla pioggia,
    ora sono un condottiero d'esercito con medaglie di gloria.
    Ero la porta di servizio di uno stabile precario,
    ora sono il portale gotico di una cattedrale ristrutturata.
    Ero il faro spento di un porto mal frequentato,
    ora sono scaldata e protetta dalla tua luce.

     

    Tratta dal romanzo "Farfalle di porcellana".

     

     
elementi per pagina