username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Gianluca Papa

in archivio dal 21 gen 2012

22 agosto 1967, Milano - Italia

segni particolari:
Nel 2013  dalla Otma Edizioni a marzo "Versi d'amore" e nel mese di ottobre "Altri amori". Il 29 maggio 2014 è uscito "Tu ed io di nuovo insieme". Nel febbraio 2015 "Orizzonti". Nel gennaio 2016 l'ultimo libro di poesie "Atmosfere".

mi descrivo così:
Sono un poeta per hobby con molta passione e legato a vecchie metriche e rime.
Amo i sonetti e le poesie d'amore. Nell'ultimo libro sono presenti pensieri poetici sulle città più importanti da me visitate.

23 gennaio 2012 alle ore 10:32

Medjugorje

Tra scoscese valli

intellegere meo volli

perdere isolana mirando

subito scese iniziando.

Tra chiese e croci

tra anime e voci

pose dimora

prima ora.

Subito amor

prese me or

ancor al cor

fece rossor.

Tra mille color

ed altri odor

iride sor

nel ciel dor.

Tra prati verdi

dir preci tardi

ir in ritardi

dormir tardi.

Eppure tra le note

di un raggio mite

dama splendette

in beltà stette.

Non potei veder

ottenebrato d’amor

immagine folgor

presente allor.

Appena apparve

subito scomparve

memoria non parve

figura riparve.

Tratti non vidi

solo luce vidi

come sol di

sfolgorante di. 

Nubi solcaro

come Icaro

vivo tratto caro

ferì veder caro.

Così vidi

giovinetta vidi

viso non vidi

solo figura vidi.

Subito visione come miraggio

scomparve come saetta raggio

ed io sine coraggio

serrai degli occhi il raggio.

 

 

 

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento