username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Giovanni Salvatore Paddeu

in archivio dal 03 apr 2008

13 settembre 1978, Nuoro

mi descrivo così:
Amo leggere, scrivere piccoli racconti e poesie ma non so metterle in ordine.

09 maggio 2008

Mara ricordatelo perché ti amo

Pioveva a dirotto quel giorno
a Milano, ricordati Mara.
E tu camminavi sorridente,
sotto la pioggia,
serena e felice quel giorno.
Come pioveva su Milano
ricordati Mara,
e io ti ho incontrata in galleria Duomo
tu sorridevi
e anch'io sorridevo.
Ricordi che io non ti conoscevo
e tu non mi conoscevi
ricordati ricordati quel giorno,
non lo dimenticare.
Un'uomo si era rifugiato sotto un portico,
e ha gridato il tuo nome.
MARA...
e sei corsa da lui sotto la pioggia
grondante, rapita e serena
e ti sei gettata tra le sue braccia.
Ricordi Mara,
quanto te la prendevi nel darti del tu?
Io do del tu a tutti quelli che amo.
Anche se ti ho visto per la prima volta,
perché anch'io ti amo, ricordatelo Mara.
Non dimenticare
questa pioggia buona e felice,
sul tuo volto felice,
su questa città felice.
Ti amo anche se sei scappata,
anche se quel grido mi ha ferito come una lama,
ti amo adesso che sei ignuda,
ti amo adesso che ti asciughi,
ti amo come quella pioggia continua.
Ricordatelo Mara sempre,
ti amo perché amo Milano...


A Mara, con gli occhi chiari di Juannesalvador

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento