username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Giuseppe Gianpaolo Casarini

in archivio dal 02 lug 2012

25 aprile 1940, Milano - Italia

mi descrivo così:
Vecchio Chimico Industriale Corrosionista Pensionato Interessi per Storia-Arte-Letteratura-Viaggi-Teologia

05 luglio 2012 alle ore 14:56

A ricordo di Neda

A ricordo di Neda la ragazza iraniana, la bella ragazza in jeans  morta per la strada e colpita al cuore  a Teheran mentre manifestava a difesa della libertà del suo paese.

 

Se vuoi, se puoi ascoltami

 

………………………………

 

 Se senti ora una voce nel notturno buio

 mossa come dal vento e portata da lontano

 ascolta Neda sono che fu, “ I am Neda”

 recava allor  la scritta sul  fatal cartello

 a me  vicino morta vilmente assassinata,

 non lasciare questo nome cadere nell’oblio

 straniero amico sconosciuto al mondo 

ancor di me porta ti chiedo conoscenza

se con cuor tenero e commosso tu mi ascolti.

Quale la colpa mia? Contro un iniquo crudel

 tiranno alzai il mio grido quel giorno sì forte

deciso, voglia di libertà dove vien negata, ma

un vil cecchino così il mio bel sorriso spense

la giovinezza mia al giogo non servile, al grido

forte  un forte anelito di patrio amor mi spinse.

Spento ormai tace non sanguina, no, no, non batte,

non batte più questo giovane cuore come farlo

ancor forte, forte  pulsare mi chiedi tu che senti?

Con il ricordo con il pensiero gridando il mio nome

con un sussurro al vento. Ed io Neda dolce amica

ragazza iraniana di bellezza bella amico italiano

sconosciuto grido nel pianto forte  il tuo bel nome Neda.

 

Il 20 giugno 2009 la studentessa di filosofia Neda Salehi Agha-Soltan (persiano: ندا آقاسلطان)  era in compagnia del suo insegnante di musica e  stava partecipando alla protesta contro l'esito sospetto delle elezioni:  un cecchino membro della milizia armata la uccise sparandole vilmente un colpo al cuore.

 

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento