username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Glenn Cooper

in archivio dal 05 giu 2013

08 gennaio 1953, White Plains, New York - Stati Uniti

segni particolari:
Dal novembre 2012 sono cittadino onorario di Solofra, in provincia di Avellino.

mi descrivo così:
Dopo essermi laureato in archeologia e poi in medicina, ho iniziato a scrivere romanzi e mi sono imposto come autore di bestseller internazionali.

05 giugno 2013 alle ore 9:13

Il marchio del diavolo

di Glenn Cooper

editore: TEA

pagine: 416

prezzo: 11,05 €

Acquista `Il marchio del diavolo`!Acquista!

"Sono destinato ad essere grande. Sono destinato a calpestare le loro piccole menti coi miei stivali e a frantumare i loro teschi come gusci d’uovo."

Ci troviamo a Roma, nella città eterna, la storia gira intorno a un'antica profezia che dice che al 112° Papa il mondo sarà destinato alla rovina.
Dietro questa storia ci sono numerosi personaggi, su tutti spicca la suora Elisabetta, vittima più volte di agguati alla sua persona, e anche la sua famiglia, Micaela sua sorella medico, Zazo suo fratello guardia vaticana, il padre Carlo matematico, e sua madre ormai scomparsa per colpa di creature che nel romanzo verranno scoperte.
Ma protagonisti del romanzo sono anche Aniceto, sicario di fiducia di Nerone, Balbillo astrologo imperiale, Poppea moglie di Nerone, Vibio braccio destro dell’imperatore e Nerone stesso, che epurerà i suoi mali dell’anima con la condanna incognita.
Protagonista è anche il Benet College a Canterbury, Christopher Marlowe studente universitario nonché chiave di tutto il romanzo, John Dee astrologo della regina, Maria Stuart regina di Scozia. Protagonista è anche il teatro, le rappresentazioni, gli amori che fanno battere il cuore oltre che attivare menti moleste.

Una storia che gira intorno alla profezia di Malachia, tra Roma, Gran Bretagnia, Slovenia e Francia. Tra biblioteche, fughe, rincorse, studi su ritrovamenti archeologici che poi saranno occultati, storia che porta in luce un pericolo di cui la Chiesa da anni conosce, quelle creature oscure, con una sensibilità poco spiccata, quasi senz’anima che aspirano al potere, ad espandere il loro verbo.
Una trama che concilia mistero, antichi segreti e risvolti poco conosciuti.

recensione di Gino Centofante

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento