username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Guido Cavalcanti

in archivio dal 03 mag 2006

1248, Firenze

29 agosto 1300, Firenze

segni particolari:
Fui grande amico di Dante.

mi descrivo così:
Sono stato un rappresentante del Dolce stil novo. Nella mie opere la morte e la paura furono uno dei temi fondamentali. Concepii l'amore come "sbigottimento".

06 giugno 2011 alle ore 18:36

La bella donna dove Amor di mostra

La bella donna dove Amor si mostra
ch'è tanto di valor pieno ed adorno,
tragge lo cor della persona vostra:
e prende vita in far co·llei soggiorno.

Perc'ha sì dolce guardia la sua chiostra,
che 'l sente in India ciascun lunicorno,
e la vertude l'arma a fera giostra,
vizio pos' dir no i fa crudel ritorno;

ch'ell'è per certo di sì gran valenza,
che già non manca i·llei cosa da bene
ma' che Natura la creò mortale.

Poi mostra che 'n ciò mise provedenza:
ch'al vostro intendimento si convene
far, per conoscer, quel ch'a lu' sia tale.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento