username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Gustavo Tempesta

in archivio dal 10 mar 2010

21 agosto 1953, Pescopennataro

mi descrivo così:
Temperamento sanguigno, lingua velenosa ma mai volgare. Rispettoso di ogni essere che merita rispetto.

03 luglio 2011 alle ore 1:52

Samira

Sulla collina 
hanno tagliato le querce;
ne nasceranno nuove!
Di ghiande sono rimasti
involucri vuoti e il tuo velo
che fascia labbra rosse.
Della tua ora divisa
-essenza di peccato e donna-
per metà amadriade
per il suo quarto, demonio
per il restante, puttana
è rimasto pianto.
Non me lo disse
quel maledetto turco
quando ti si vendette
a caro prezzo-

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento