username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Hugo von Hofmannsthal

in archivio dal 08 ott 2010

01 febbraio 1874, Vienna - Austria

15 luglio 1929, Vienna - Austria

segni particolari:
L'incontro più proficuo della mia vita, fu quello con il musicista Richard Strauss, con il quale collaborai per oltre vent'anni.

mi descrivo così:
Scrittore, drammaturgo e librettista. La mia predilezione fu il teatro. Le mie opere di maggior rilievo sono: "Elettra", "Ariadne auf Naxos", "Il cavaliere della rosa".

05 ottobre 2011 alle ore 17:20

La Ballata della Vita Apparente

Con sguardo puro cresce ogni bambino,
cresce, e la morte mai lo lascia solo,
ed ogni uomo segue il suo cammino.
In poche ore cade marcio al suolo
il frutto che maturo si colora.
Cade morto dal ramo l'usignolo.
E sempre soffia il vento e sempre ancora
molte parole ascoltiamo e diciamo
e gioia e noia sovente ci sfiora.
In mezzo all'erba strade percorriamo
ove sono stagni, lumi, alberi spersi.
Luoghi deserti talvolta incontriamo.
Perchè ci sono luoghi? E son diversi?
Chi potrà il loro numero contare?
Han senso i giorni foschi e quelli tersi?
Che vale il nostro vivere e giocare
se siamo grandi e soli eternamente
e non poniamo meta al nostro andare?
Aver veduto tanto giova a niente?
Ma dice molto colui che dice "sera",
parola da cui goccia greve il lutto,
come dal favo il miele: lentamente.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento