username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Iago Sannino

in archivio dal 09 ott 2006

21 settembre 1968, Roma

segni particolari:
Ho un occhio che vede ed uno che sente. La lingua è nell'orecchio, la mente snobba il cuore che chiede elemosina alla pazzia che avanza. 

mi descrivo così:
Sono un poeta. Spero di rimanere fedele alle mie scritture, in questo mondo di strane promesse e facili teoremi, perdersi è la strada sicura verso la felicità... che io lascio volentieri a chi ne ha bisogno.

09 ottobre 2006

Una pazzia

Un tale ha due cani,

verso sera prepara loro da mangiare.

Una ciotola è riempita a dismisura;

l’altra neanche arriva a metà.

Vicino alla prima,

si avvicina un cane robusto e sano.

In prossimità dell’altra,

si fa avanti un cagnetto striminzito,

che a fatica riesce a mangiare.

La moglie di quel tale,

avanza in direzione della scena

e rivolgendosi al marito dice:

- Amore mio, che bello…

presto avrò la mia pelliccia -

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento