username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Irene Tripodi

in archivio dal 17 feb 2009

12 novembre 1984, Milano

mi descrivo così:
"Tutte le nostre parole non sono che briciole cadute dal banchetto dello spirito" Kahlil Gibran

17 febbraio 2009

Anima muta

Anima muta,
silenzio pregiato,
senza suono perisci.

Anima muta,
candore stuprato,
senza colpa marcisci.

Senza mani appassisci.

Pellegrina senza dove.

Anima muta, tu muori.
Non chiedi. Silente scivoli.

Ti sento alito antico.
Vieni dal mare.

Anima muta,
perchè non parli? Perchè non chiedi?

Annulla il passato o riscoprilo.
Annientami, stordiscimi, uccidimi.

Raccontami e conta ogni ferita.
Raccontami come una vita senza un ricordo
che non strazi il cuore possa essere vita.

Spiegami come si muore e dimmi
se farà male.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento