username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Italo Svevo

in archivio dal 24 nov 2003

19 dicembre 1861, Trieste

13 settembre 1928, Motta di Livenza (TV)

segni particolari:
Il mio vero nome è Ettore Schmitz. Dal 1905 comincia ad andare a lezione d'inglese da… James Joyce!

mi descrivo così:
La mia opera letteraria fu sottovalutata per molto tempo. Lo stile e i temi dei miei romanzi erano troppo "moderni" perché ne fosse riconosciuto allora il giusto valore, ma è stata proprio tale modernità ad accostarmi poi ai più grandi autori europei del '900, al pari di Kafka, Musil, Proust, Joyce.

03 maggio 2011 alle ore 10:58

Senilità

di Italo Svevo

editore: Marsilio

pagine: 251

prezzo: 4,42 €

Acquista `Senilità`!Acquista!

Parole semplici per una storia sottile in cui Emilio Brentani, un intellettuale triestino di 35 anni, si riconosce incapace di gestire la vita, cade nell'inettitudine e, infine, sprofonda nella malattia e nei ricordi.
Pubblicato per la prima volta nel 1898, non ottiene alcun successo. E' solo nel 1927, quando Joyce dichiara pubblicamente di apprezzarlo, che comincia ad essere considerato un capolavoro.
Un romanzo interamente votato alla minuziosa analisi psicologica, condotta attraverso il sapiente uso del discorso indiretto libero, che ruota attorno all'introspezione, 'in primis' quella di Emilio (motore di tutta la trama) e, che viene spalmata anche negli altri tre personaggi che lo circondano: la sorella Amalia, la fidanzata Angiolina e il suo migliore amico Stafano Balli.

recensione di Francesca Arangio

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento