username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

in archivio dal 31 mar 2006

Kris Cammarata

18 maggio 1989, Enna
Segni particolari: Spiccata doppia personalità contorta e contraria
Mi descrivo così: ... Mmm... non mi viene niente in mente...

elementi per pagina
  • 14 aprile 2006
    Situazioni

    Trema il corpo
    In posa rannicchiata

    Tra le mani

    Stringe la testa

    Il dolore continua insistente

    E la stretta diventa più violenta

    Immagini forti

    Ornano la sua vista

    Suoni indistinguibili

    Volano dentro le orecchie

    Mille voci

    Sbattono contro le pareti del cervello

    Le grida sbraitano

    Dentro la sua anima

    E un’unica domanda nel cuore

    "Perché soffrire per una cosa che non esiste?"

    Le sigarette fumano

    I tiri corrono

    E pensa

    "Come posso soffrire per una cosa che non esiste?"

    Il senso di colpa aumenta

    E i diti puntati verso di lei

    Si moltiplicano

    È peccatrice di soffrire per una banalità…

    Ma lei continua a farlo…

     
  • 05 aprile 2006
    Volare

    Vorrei essere come gli uccelli
    Per volare tra le nuvole in continuo movimento

    Poter scegliere se evitarle o sprofondarci dentro…

    Ma ciò che è attorno a me ha bruciato le mie ali

    Così da non poter più volare.

     
  • 05 aprile 2006
    Oscurità

    L’oscurità mi avvolge
    Come una calda e accogliente coperta,

    nel suo buio infinito mi perdo,

    ma non ho paura…

    il mio spirito è pervaso da una strana sensazione di tranquillità,

    cullato dalla notte,

    come una madre culla un figlio,

    il mio cuore, nero come la pece,

    riesce ancore a emanare luce!

     
  • 03 aprile 2006
    Occhi

    Occhi che giudicano

    Che traboccano di emozioni

    Occhi che sanno parlare

    Pieni di odio e rancore

    Occhi affettuosi

    Che si bagnano di lacrime

    Occhi che osservano

    Che cercano

    Occhi freddi,cattivi

    Specchio di qualcosa di spaventoso

    Occhi che si nascondono

    Pieni di paura


    Occhi senza emozioni


    Appartenenti all’apparato umano


    Occhi che non vedono


    Che non vogliono vedere


    Occhi innamorati


    Che tradiscono.

     
  • 03 aprile 2006
    Luna

    Forma perfetta

    Caratterizzata da strani simboli

    Stigmate delle tue innumerevoli esperienze

    Glacialmente adorabile

    Madre della notte

    E delle creature di essa

    Indifferente

    Ascolti senza giudicare

    Consolatoria è la tua luce

    Che illumina e accresce il fascino della notte

    Tetra e quasi lugubre è essa senza te

    Complice di infiniti pensieri e atti

    Troppo impuri per sopportare l’abbagliante luce del sole

    Silenziosa vaghi per la notte

    Sublime in confronto al tuo compagno

    Poiché per niente fastidiosa e odiosa

    Dolce nel raggiungere la forma perfetta Cattiva nei tuoi sogghigni

    Serva del sole

    Padrona dell’animo umano.

     
  • 03 aprile 2006
    Passione

    Il mio cuore batte velocemente

    La mia anima brucia ardentemente

    I pensieri rivolti a un’unica sorgente divina

    Sguardi selvaggi galoppano in cerca di un padrone

    Mani calde scivolano lentamente sul ghiaccio

    Voci suadenti ronzano nelle orecchie

    E uno sfondo nero fa da padrone sulle molteplici passioni

    Corpi assemblati in un’ ordine errato

    Desiderio di qualcosa di inesistente

    Ardori che tormentano il nostro inconscio

    Impulsi che assillano la nostra coscienza

    E la mente vacilla tra pazzia e sanità

    Sogni rivelatori

    Accendono le luci

    Ma gli occhi si chiudono

    Per paura di apprendere la verità

    Passioni che svelano ossessioni appartenenti a un luogo lontano e sconosciuto.

     
  • 31 marzo 2006
    La porta

    Ecco la porta
    Nuotando nell’oblio cerco di raggiungerla Ma ogni movimento è privo di energia

    E inerme il corpo galleggia nel vuoto Lacrime amare non trovano uscita

    E il petto è straziato da lancinanti battiti

    I quali inutilmente cercano un ritmo ormai perso

    I movimenti diventano lenti

    Le palpebre si chiudono

    E la volontà si annulla

    La porta si apre

    Un’abbagliante luce esce da essa

    Ma io non entro

    Ormai persa in un’ ambiente familiare ma ostile

    La porta si chiude

    E tutto torna buio

    Ben tornata a casa tesoro…

     
  • 31 marzo 2006
    Ombre

    Distorsioni della natura umana Terrorizzano i bambini Accompagnano i ragazzini Passano indifferenti tra gli adulti

    Fanno compagnia agli anziani Prive di forma

    Si appropriano di dolori troppo gravosi

    O di paure troppo angoscianti Offuscano la mente

    Come cancro mangiano l’anima

    Eppure danno vita a molteplici fantasie

    Nascono,

    crescono

    e muoiono con noi

    a volte uccidono

    a volte salvano

    a volte nascondono

    a volte le ombre

    non scompaiono quando si accende la luce.

     
  • 31 marzo 2006
    Morte

    Per molti sollievo

    Per altri paura

    Inizio o fine?

    Possiedi una doppia maschera

    E te ne fai vanto

    Sorella della vita

    Giudice degli uomini

    Indefinibile il tuo colore

    Soggettiva la tua importanza

    Decisivo il tuo avvento

    Che tu stessa non sia la vita?

    Emblematica la tua posizione

    A volte vittima di odio e rancore

    Preda o cacciatore?

    Morte…

    Rivelami la tua vita!