username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Lia Levi

in archivio dal 05 feb 2013

09 novembre 1931, Pisa

segni particolari:
Ho fondato e diretto "Shalom", un mensile della comunità ebraica.

mi descrivo così:
Sono una scrittrice di origine ebraica, scampata alle persecuzioni naziste.

05 febbraio 2013 alle ore 8:10

Una bambina e basta

di Lia Levi

editore: E/O

pagine: 128

prezzo: 6,80 €

Acquista `Una bambina e basta`!Acquista!

Questa è la vita di una bambina ebrea, delle continue pressioni, dei cambiamenti che è costretta a subire insieme alla sua famiglia, un padre e una madre ebrea, forse sventura? Ah, quanta cieca crudeltà…
La bambina diventa consapevole degli accadimenti attraverso i racconti degli adulti; vedersi cambiare, cambiare per poi rifugiarsi in un convento di suore, per aspettare cosa? Un cambiamento? Una sovversione? Un liberatore? Tutto ciò non è giusto, è inaccettabile e motivo di indignazione verso un’occupazione, una pressione, un annullamento. La guerra, le leggi razziali, la fanciullezza, le continue fughe, bombardamenti e infine l’agognata liberazione che tende a quel principio di universalità che nel libro emerge molto: l’indifferenziazione umana al di là dell’appartenenza.

“... La guardo irosa e offesa. Anche mamma mi guarda, ma con una specie di ilare indulgenza: 'non sei una bambina ebrea, hai capito? Hai capito? Sei una bambina. Una bambina e basta'.”

recensione di Gino Centofante

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento