username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Lorenzo Maranzi

in archivio dal 09 mar 2012

Firenze - Italia

mi descrivo così:
Un ribelle innamorato delle occasioni in cui fuggire ancora.

09 marzo 2012 alle ore 20:55

SUCCUBE

Il racconto

È complicato spiegare, ogni perché è un graffio
Ed il sangue si tira via così facilmente
Mi guardo allo specchio e non vedo che linee forti
Ma non ho bisogno di un immagine dura
Vorrei solo sedermi su quel ramo e urlare contro me stesso
Sentire piovere mentre si scioglie l’immagine e scagliarmici contro anche se fa male proprio perché fa male
Ma ogni volta che dalle urla il ramo si spezza
Arrivi tu e con le parole mi rubi il fiato
Ritorno nelle mie linee e non soffro più
Ritorno nel mio bianco incantato e non sono più
Sono i miei tradimenti contro me stesso
Ed il sangue si tira via così facilmente

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento