username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Luca Gamberini

in archivio dal 29 apr 2008

30 maggio 1967, Bologna - Italia

segni particolari:
Mi sono fatto da me, raramente in compagnia.

mi descrivo così:
Chi siamo ce lo dice l'avverso, chi non siamo ce lo dice lo specchio.

10 novembre 2011 alle ore 17:29

Verso sera

Dovresti vedermi

quando piango

la notte.

Il tempo

scorre

più lento delle lacrime.

Ho querelato

il tuo cespuglioso sorriso

diffAmatore.

Dovresti ascoltare

i singhiozzi

all’imbrunire.

Quell’attimo

in cui non capisci

se è ancora giorno o se è già sera.

Così è la mia vita

chiaroscura

dolceamara.

Questo cielo

blu Magritte

è assente.

L’arancione

di Monet

troppo violento.

Non mi abito più

non mi eccito più

non mi impressiono più.

Le nuvole

mi abbandonano

ridi e sei felice.

Sui tetti

un timido vento esitante si arresta improvviso.

Non ci sei più

Commenti
  • Emilia Filocamo Mi piace molto. Complimenti, davvero bella.

    10 novembre 2011 alle ore 18:02


  • Emilia Filocamo Mi piace molto. Complimenti, davvero bella.

    10 novembre 2011 alle ore 18:02


  • Luca Gamberini Grazie Emilia :-)

    10 novembre 2011 alle ore 18:35


  • Emilia Filocamo :)

    10 novembre 2011 alle ore 19:08


  • Emilia Filocamo :)

    10 novembre 2011 alle ore 19:08


  • Luca Gamberini ma ti piace così tanto che lasci i commenti doppi? :-D (scherzo, così ci faccio un figurone con così tanti commenti ;-)

    10 novembre 2011 alle ore 19:15


Accedi o registrati per lasciare un commento