username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Luca Severini

in archivio dal 12 apr 2012

Ancona - Italia

segni particolari:

12 aprile 2012 alle ore 19:45

Dall'anta della tua porta ..

Preferisco guardarti dall'anta della tua porta: i tuoi occhi, la tua bocca, i tuoi capelli; ogni cosa di te mi piace ammirare. I tuoi occhi, sereni, sono lacrime di gioia scese dal cielo; comunicano tutta la tua felicità. La tua bocca, di grazia, la più bella, è un fascio di rose; le vorrei far crescere nel mio rovo. I tuoi capelli, eterei, sobri e leggiadri, delicati, sono frecce d'amore nascoste; ogni uomo se ne può innamorare.
Fermo, immobile ho preferito guardarti, dall'anta della tua porta: il tuo sguardo, un tuo bacio, il tuo sorriso; ogni cosa di te io vorrei godermi. Quel tuo sguardo, intenso, richiama la notte più buia accecata dai tuoi preziosi brillanti, illumina l'immenso che mi separa da te. Un tuo bacio, di gran lunga il più vero, disegna una sinuosa linea; è un fiore che ho colto per te. Quel tuo sorriso, angelico, rischiara la nostra strada percorsa di profumi e odori beati, l'infinito che rimarrà per sempre eterno. Ogni cosa di te, ho colto ... Rimanendo solo sull'anta della tua porta ..

(2004)

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento