username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Luisa Angelucci

in archivio dal 29 nov 2007

13 dicembre 1981, Ascoli Piceno

segni particolari:
I non particolari

mi descrivo così:
E' una lunga passeggiata attraverso le immagini infantili

17 gennaio 2008

Arte e artefizi

Strette le sottane di questi borghi,
il fumo dei secoli sulla loro pelle,
fredde e vibranti forme armoniche,
sanno raccontare di quel luogo,
quando erranti passanti,
sapevano stupirsi per un sanpietrino,
ed il silenzio delle mura,
raccoglieva energia da contemplare.
Un ponte si innalza sopra di me,
mostruoso pensiero di superiorità,
di chi ha dato l'idea ma non la forza.
Una stanza per accogliere sei sensi,
anime ritrovate, accompagnate da un suono di sitar,
conosciamo la luce del ritrovo,
nella sensibilità di persone,
zingare di questa danza clandestina.

Commenti
  • Annalisa Stamegna mi piace molto la musicalità!

    09 febbraio 2011 alle ore 17:10


  • Paolo Coiro Complimenti sinceri Luisa. E' un genere di poesia che mi affascina: un elastico tra i tempi passati e i tempi della nostra anima. Continua a scrivere, a emozionare ed emozionarci ;)

    09 febbraio 2011 alle ore 18:08


Accedi o registrati per lasciare un commento