username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

in archivio dal 07 lug 2007

M. R.

14 dicembre 1992, Trento

elementi per pagina
  • 07 luglio 2007
    Niente più

    Cieli d'acacia nelle tue mani,
    venti dell'ovest tra le tue dita,
    domenica mattina nei tuoi occhi.
    aspetto da ieri
    l'odore, per le stanze,
    di palloni da calcio bucati.
    di bulloni arrugginiti
    sopra i tavoli,
    estati polverose
    sul soffitto.
    angurie
    hawaiane sopra il piatto.
    ritrovo semplicemente
    una manciata di anni '80
    nei cassetti
    e jeans a zampa
    sotto ai letti.
    Conto sulle dita i pochi
    anni della mia radio gialla
    scoprendo rotta
    la manopola grigia.
    ora
    niente più che ricordi
    che russano nella mia testa
    e zolfanelli bruciati
    nei tuoi occhi,
    temo
    brucerà tutto
    nella tua piccola
    barba da uomo
    ora che gli orti
    sono nient'altro
    che giorni
    in cui tu scavi
    trovando notti.