username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

in archivio dal 19 apr 2006

Manuela Guadalupi

03 luglio 1981, Rimini
Mi descrivo così: ... Agrodolce!

elementi per pagina
  • 25 luglio 2006
    Quando ridi

    Mi piace quando ridi,
    ti brillano gli occhi
    e si accende il giorno.
    Mi piace ridere con te,
    come se la notte non dovesse
    arrivare mai...
    come se tu fossi
    il mio raggio di sole
    e io il ruscello
    che ti fa risplendere,
    uniti nella luce di ogni mattino!

     
  • 02 giugno 2006
    Io

    Io
    sono una rosa di metallo
    dura, pesante
    le mie radici
    mi tengono inchiodata al suolo,
    invidio l'aquilone.
    Il mio cuore anela
    quella stessa leggerezza,
    quella stessa grazia e dolcezza
    che ogni rosa ha per natura,
    la flessuosità di uno stelo
    che si lascia piegare dal vento
    eppure non posso negare
    la semplice realtà d ciò che sono:
    una rosa di freddo metallo,
    che coltiva nel suo cuore
    il calore del sole
    sognando la leggerezza dell'aquilone.

     
  • 02 giugno 2006
    Danza

    Danzano due stelle nel cielo
    candide nuvole
    si espandono sottili
    come un velo.

    Danzano due stelle
    allungando una mano
    come per afferrarsi,
    sfiorarsi la pelle.

    Danzano due stelle,
    occhi negli occhi,
    con quel sorriso tenero
    di chi rivede qualcuno
    che gli era lontano...

    Vicini solo nei sogni
    che mi fanno sentire viva.
    Vicini nel cielo
    di una notte estiva.

     
  • 02 giugno 2006
    Qualche fiore compare

    Qualche fiore compare
    sui ramoscelli
    ancora umidi.

    Attendono ansiosi
    che la terra
    vesta le sue creature
    di primavera.

    Che come trepidanti sposine,
    incoronate di luce e bellezza,
    si scuotano le corolle tremanti
    nella brezza profumata.

    Farfalle e api
    volteggiano sui fiori
    per assaporarne il nettare.

    Io resto qui,
    muta e pensosa,
    ad osservare...
    la natura rinnovarsi.

     
  • 05 maggio 2006
    Al mio migliore amico

    Mi resti accanto,
    Inciampo e mi sollevi
    Con un sorriso e una parola,
    Hai un cuore tenero
    Anche se a volte litighiamo...
    Eri e sarai il mio amico x la vita
    Lo sappiamo entrambi.

     
  • 05 maggio 2006
    ... Mio fratello

    Lasciati capire
    O resterai solo,
    Ridi di te stesso
    E ti piacerai di più,
    Non fare il dispettoso
    Zanzarone che non sei altro!
    Osserva, ascolta e... vivi

     
  • 05 maggio 2006
    Quando cala la notte

    Stanotte, solleva il capo e porgile il volto.
    Lei brilla per noi: non riscalda, ma sorridile.
    Ascoltala: ti porterà un mio messaggio.
    Osservala: ci vedrai riflessi i miei occhi.
    Lo stesso cielo, la stessa luna, gli stessi sogni.
    Pensami, tienimi nel cuore quando cala la notte.

     
  • C'era una stella la più luminosa, la più bella.
    C'era una notte chiara di misteri e pericoli ignara.
    Un profilo di luna faceva capolino incantevole come i sogni, come l'immaginazione di un bambino.
    C'era una specie di danza, tra la luna e la stella, la luna strizzava l'occhio dando alla stella una speranza.
    Chiese la luna: "Da dove arrivi?"
    La stella:"A te son volata, cavalcando il vento per lenire del mio cuore il tormento". La luna disse:"Ti tormentan quali amori?" (sperando d'esser lei l'oggetto delle sue atenzioni)
    Disse la stella: "L'amore di una fanciulla pallida più preziosa di mille tesori".
    La luna arrossì, la stella brillò, il cielo sorrise, le avvicinò un po', di un velo si vestì la luna perlata, di qualche passo avanzò la stella.
    La luna sorrise, felice di sentirsi amata.

     
  • 03 maggio 2006
    Apri gli occhi

    Guardati allo specchio, non nasconderti in una maschera di falsità e ipocrisia. Perchè gli uomini,da sempre beffardi, fanno sembrare la vita una recita: salutano, s'inchinano davanti ai potenti, tutti con la stessa maschera di falsità e ipocrisie. Tu, apri gli occhi nel buio del tuo cuore e se non vedi niente, sciogli la tua maschera in un abbraccio d'amore, metti sulle tue labbra verità e nel tuo cuore lealtà e per te la vita sarà solo un meraviglioso dono divino.

     
  • 28 aprile 2006
    L'albero di città

    Ero un giovane albero

    quando piantai le mie radici qui

    ed ora mi sradicheranno

    e mi pianteranno altrove.

    Ero solo una pianticella

    quando voi piantaste

    la vostra amicizia

    nel mio cuore

    che ha messo radici profonde

    che non verranno sradicate.

    Verrà il momento

    in cui lascerò le radici

    e volerò

    in quello stesso cielo pulito

    che da giovane

    mi era così famigliare,

    ogni giorno

    il vento

    accarezzava le mie foglie

    e ogni notte

    migliaia di stelle

    dormivano tra i miei rami,

    come teneri uccellini

    dagli  occhi lucenti

    mi davano il loro calore.

    Ma ora tutto ciò che vedo

    è solo grigio...

    a perdita d'occhio.

     
  • 19 aprile 2006
    Musica

    La musica:

    il ritmo del mio cuore,

    chiudo gli occhi

    ed è come se

    vedessi per la prima volta

    le distese stellate...

    mi sento più vicina al cielo!

    Mi bagna, mi rinfresca:

    tintinna

    come le note più acute

    di un pianoforte,

    mi porta

    in grandi foreste

    tinte di verde.

    E' una nota di colore,

    un raggio di sole,

    un pezzo di paradiso.

     
  • 19 aprile 2006
    Disarmi le mani dell'odio

    AMORE:

    dolce, amara agonia

    di un cuore tenero,

    di una passione

    che si infrange sull'innocenza.

    Tu che disarmi

    le mani dell'odio

    per riempirle di dolcezza,

    di carezze

    per poi germogliare,

    come una pianticella fragile,

    nel cuore di chi

    amore

    non conosce... 

     
  • 19 aprile 2006
    Caro amore

    Caro amore

    che ancora non sei nato,

    quel primo bacio,

    quello che ancora non ci siamo scambiati,

    lo custodisco e proteggo

    in un angolino del mio cuore:

    insieme alla notte di luna piena

    che tra breve condivideremo

    e a quella stella che vedremo,

    staccarsi dal cielo, insieme.

    Dolce amore, un giorno

    mi comparirai davanti:

    allora, sarà il mio cuore a dirmi

    che proprio te stavo cercando,

    i tuoi occhi incontreranno i miei,

    mi sfiorerai il viso

    e riconoscerai in me

    la tua compagna per la vita.

     
  • 19 aprile 2006
    Oltre l'orizzonte

    Ci sono periodi in cui

    ti senti malinconco, distante...

    e hai come la sensazione

    di stare in riva al mare,

    allungando lo sguardo,

    cercando di vedere oltre i confini,

    oltre l'orizzonte

    come se là ci fosse

    tutto ciò che hai sempre sognato,

    un'irraggiungibile traguardo.

    E' proprio così che a volte mi sento,

    i miei pensieri volano come gabbiani

    verso l'orizzonte, con fatica...

    smarrita impaurita

    mi distendo nella sabbia calda

    cercando sollievo,

    cercando di sciogliere quello strato sottile

    che mi copre il cuore

    e come un naufrago

    scruto l'orizzonte

    in attesa di qualcuno

    che mi porti via da quest'isola deserta.

     
  • 19 aprile 2006
    Basterà uno sguardo

    Lasciami parlare

    prima che scoppi una tempesta

    e il vento rubi ogni suono.

     

    Non lasciare che la pioggia mi bagni,

    offrimi riparo,

    tra l'intreccio dei tuoi rami.

     

    Se resterai solo ti conforterò,

    con devozione,

    lascia che soffi via la nostalgia dalla tua anima.

     

    E quando la pioggia cesserà di battere

    lasciami tacere:

    basterà uno sguardo...

     
  • 19 aprile 2006
    Tace la città

    Tace la città

    alle quattro del mattino,

    il vento inveisce

    sulla serranda.

    Tra le nuvole

    si scorge qualche stella:

    tutto è intessuto

    dell'attesa di un domani

    differente...