username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Marco De Mattia

in archivio dal 13 set 2006

20 novembre 1963, Pordenone - Italia

segni particolari:
Ferite sul corpo e nell'anima... forse dopo morto, guariranno?

mi descrivo così:
Grande esistenzialista. Vedo la luce come qualcosa che può accecarmi.

13 settembre 2006

Gelosia

Come una gru


camminavo coi trampoli


sul lago ghiacciato


della gelosia.


Si ruppe qualcosa


e cadere


e acqua m’avvolse,


bagnate piume


piegate ali.


Annegare


con dubbio e sospetto:


le gambe, fragili,


per sostenermi.


Ti chiedo scusa


mia dolce musa,


tra stridii di uccelli e parole blasfeme


scritte col sangue, a penna vergate.


Come una gru…arriva.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento