username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Marco Di Milla

in archivio dal 13 mar 2006

15 luglio 1972, Roma

mi descrivo così:
"Come faccio a far capire a mia moglie che anche quando guardo fuori dalla finestra sto lavorando?" J.Conrad

13 marzo 2006

La ragazza e il mare

Io scrivo ciò che vedo.

E vedo sole e luna

notte e giorno che si innamorano.

E vedo una ragazza che guarda il mare

Il vento soffiare al largo i suoi pensieri

disperdere le sue malinconie.

Vedo la notte che veste i suoi capelli

il giorno che nasce e si accende

nei suoi occhi irraggianti,

il suo sorriso ad ogni mio risveglio.

Vedo la sabbia che si forma

morbida si arrotonda

tra le sue lunghe mani, calor di alba.

Su di me il cielo è una carezza

e nell’aria arriva il profumo fatuo

dell’estate, il canto d’amore di un delfino

mi trascina al largo,

tra l’infinito e lei.

E le mie certezze s'infrangono

come spuma sulla riva,

dove c’è una ragazza

che guarda il mare.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento