username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Mariapina Abate

in archivio dal 15 nov 2012

08 luglio 1958, Angri (SA) - Italia

segni particolari:
Da ragazzina, scrivevo versi sulla carta del pane...

20 marzo 2013 alle ore 15:36

Senza neppure una parola

Mi lasciasti
mentre camminavi al mio fianco,
un giorno.
Decidesti di farlo
lasciando per sempre
il tepore della mia mano.

Già l'autunno
era alla nostra porta
e tu
mi lasciasti,
come la debole foglia
lascia il suo ramo
come l'onda affranta
lascia la riva
come il sole abbandona il giorno
come una stella d'agosto
perde il suo cielo.
e attonito, il mio sguardo
seguì il tuo insostenibile,
lento andar via.

Senza pietà
mi lasciasti perdere
nella nebbia della mia solitudine,
affondare i piedi
nelle mie pozzanghere di lacrime
e arrivare alla notte,
orfana
della mia Luna.

Senza voltarti
senza angustia,nè un sorriso
senza un cenno della mano
senza neppure una parola
tu mi lasciasti
fiammella nell'uragano.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento