username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Massimiliano Naimoli

in archivio dal 03 lug 2006

24 marzo 1978, Colleferro (RM)

segni particolari:
Troppo vivo per essere un poeta.

mi descrivo così:
Amo la liberta dei pensieri, molto meno la loro capacità di sfuggire alla memoria e quindi morire. Scrivere è il mio modo di condannarli a vivere.

05 luglio 2006

L’appendiabiti

Prese il matrimonio

come appendiabiti

e se stesso per cappello.

Lei gli regalò un collare

fatto di monete a cui lui aspirava.

 

Sul matrimonio si è svestita dell’ingiuria

fatta da una figlia senza padre

stretta per nove mesi

da vestiti che alludevano

all’obbligata normalità.

 

Ora l’appendiabiti è tarlato,

il cappello è caduto

solo senza monete.

 

Ha preso un nuovo amore

per appendiabiti

e se stessa per cappello.

Lui gli ha regalato un collare

fatto di una vita benestante

a cui lei aspira.

 Tutto questo nella passione già tarlata.

 

Io sono nulla,

e lo sono già stato

ma soprattutto sarò sempre

 grande amico dei tarli.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento