username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Matteo Cammisa

in archivio dal 01 ago 2006

31 ottobre 1985, Lucca - Italia

09 settembre 2006

E più nulla fu

Apro gli occhi al suono della nota vibrante.


Mi volto e guardo la stanza:


vuota.


il foglio bianco e la porta chiusa.


nessuno.


eccetto me, la mia anima e le mie colpe.


Il suono! Mi spavento.


La finestra è aperta ma fuori è solo buio e mare.


Cosa sarà stato...


Il suono!... ancora.Lui!


Non voglio guardare, 


qualcosa mi sfiora.


Fermo guardo il vuoto,


... il piccolo piange, ha le gote rosse...


nei miei occhi chiusi.


... Ah! mia moglie al party...


Lo sento è sul collo.


... che grande audizione quella!...


Già piango.


...<Mamma!Dove sei?>...


Il suo sussurro si fa più forte.


...i monti, le onde, i cieli e i tramonti...


<Andiamo!è ora...>


...scusa non ti ho scrit...


e più nulla fu.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento