username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Matteo Spadola

in archivio dal 11 feb 2006

23 novembre 1980, Fano

mi descrivo così:
Voglio che la mia vita sia un dipinto in movimento, in discesa come in salita una piuma mossa dal vento.

11 febbraio 2006

C'era una volta

Questa è la mia casa,

qui sotto questo tetto di stelle

ci sono i miei sogni, la mia vita,

questa è la casa, la tua casa,

qui dove splende il sole,

dove soffia il vento, dove piove.

Questa è la casa

dove nascerà il mio bambino,

qui dove imparerà a correre

e giocare col destino.

Questa è la nostra casa,

qui dove il cielo insegna agli uccelli a volare,

dove per ogni alba c'è un tramonto,

qui dove la pace ha perso la sua guerra,

questo è il tuo mondo,

la mia terra.

C'era una volta la mia casa,

c'era una volta la mia vita,

c'era una volta tanta gente

chissà dov'è finita.

C'era una volta un gabbiano

che volava tra le onde,

c'era una volta il mio bambino

che correva tra le bombe.

C'era una volta il sole

ora brucia all'inferno,

c'eri una volta...

ora odio, odio in eterno?!

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento