username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

in archivio dal 11 giu 2013

Maurizio Buonavita

22 marzo 1962, Arezzo - Italia
Mi descrivo così: Il pensiero detta,
alla mano che scrive...
Mi trovi anche su:

elementi per pagina
  • 20 giugno 2013 alle ore 13:24
    Il Poeta

    Il Poeta,
    vive della sua spogliata gioia
    tanto da regalare alla poesia
    una parte viva del suo cuore
    senza ricavarne alcuna cura
    per il suo sempiterno dolore..

     
  • 11 giugno 2013 alle ore 17:10
    Il vecchio pianoforte

    Dopo una vita trascorsa
    a sostenere l'umano tocco delle dita,
    il vecchio pianoforte poté riposare
    e ricordando tutte quelle belle melodie
    che nel tempo l'avevano accarezzato,
    si lasciò dalla coltre di polvere avvolgere
    come il vecchio dall'abbraccio
    d'una morbida coperta
    e nel profondo silenzio di quella soffitta
    fermò per sempre, il vibrar delle sue corde.

     
elementi per pagina
  • 12 giugno 2013 alle ore 16:25
    Il luogo della felicità

    Come comincia: C'era una volta..
    un luogo meraviglioso chiamato Fantasilandia,
    un posto talmente magico che chiunque si trovasse a passare da quelle parti,
    rimaneva incantato nel vedere tanti animali differenti tra loro giocare insieme.
    Quanta bellezza, quanta gioia si provava nell’osservare,
    tigri giocare con le gazzelle, farfalle svolazzare qua e là,
    dolci coniglietti correre insieme ai canguri e pesciolini nuotare insieme ai delfini.

    Fantasilandia era il luogo degli animali felici dove tutti i bambini potevano giocare liberi e
    spensierati insieme a loro.
    Tra ranocchietti che saltavano e criceti che dondolavano, c'era una Fata buona dai capelli lunghi e biondi che raccontava loro delle favole bellissime.
    Un giorno passò da quelle parti un cagnolino piccolo piccolo, solo e stanco del suo camminare ..
    la Fata lo vide e gli domandò :

    - Ciao piccolo cagnolino io sono una Fata buona e tu come ti chiami ? -
    Lui alzò quei teneri occhietti e rispose : - Mi chiamo Fiocco di neve –

    La Fata gli fece una carezza e lui cominciò a scodinzolare felice, lei sorrise e gli disse :
    - Fiocco di neve sei arrivato a Fantasilandia, qui regna la felicità, qui i sogni diventano veri e
    tutti i desideri vengono esauditi ! E tu .. dimmi, che desiderio hai ? –

    Egli rispose : - Vorrei ritrovare il mio amico usignolo che non vedo più da tanto tempo,
    mi manca molto il suo canto e da quando l'ho perso, sono molto triste.. -

    La Fata buona disse a Fiocco di neve: - Adesso chiudi gli occhi ... –

    Lui ubbidì.. li chiuse e dopo un attimo sentì un dolce canto che riconobbe immediatamente!..
    Poi piano piano, riaprì gli occhi e vide comparire d’innanzi a lui il suo caro amico usignolo, che gioia rivederlo!

    Fiocco di neve osservò incantato la Fata e le leccò la mano per ringraziarla..

    Da quel giorno Fiocco di neve ed il suo amico usignolo vissero gioiosi in quel luogo bellissimo chiamato Fantasilandia…
    Là… dove tutti gli animali potevano giocare liberi e felici insieme ai bambini, là, dove si potevano ascoltare le splendide favole raccontate dalla Fata buona…