username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Michele Sarti Magi

in archivio dal 06 feb 2009

19 giugno 1997, Rio Branco Brasile

segni particolari:
Bellissimo!

mi descrivo così:
Sono un Indio della Foresta Amazzonica. La mia mamma è Cristina e il mio papà è Massimo.

05 agosto 2009

Il Sentiero

E' bella la donzella che cantando percorre il sentiero.
Il luccicare di stelle illumina il cammino dei suoi occhi color opaco.
Il sentiero è infinito.
E’ magia.
E’ la notte triste che avvolge la principessa.
Gli spiriti urlano, gridano, gelano l’aria.
Ora sono laggiù intorno al fuoco,
intorno alle loro anime,
intorno alla vita.
I piedi della donzella continuano a battere forte per terra.
Arriva ad un fiume.
Lo oltrepassa.
Quel fiume porta gioia,
porta amore,
porta amore,
ma lei, essendo ingenua, continua il suo viaggio nell’estate.
Ora essa sta diventando vecchia
e dovrà oltrepassare l’inizio dell’autunno.
Incantata dallo splendore della natura lei continua il suo viaggio.
E’ difficile pensare che fra pochi decenni andrà su una stella.
Lei continua. La Guerriera non si arrende.
Avanza, avanza e il tempo passa; molto tempo.
E’ stanca. Subito cade a terra.
I fiori la avvolgono.
Cade in un sonno profondo, ma lei dice
‘NO! NON ORA!’
Si risveglia e cammina, ma dopo un po’ si accorge
di non essere sulla Terra.
Forse è sulla Stella del Destino?
Una voce le dice, ‘Sì, sei qui’.
Il suo viaggio è terminato, finito.
Ha compiuto il proprio giro.


 
Dedicata a tutte le persone, animali e Indios che mi vogliono bene.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento