username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Natàlia Castaldi

in archivio dal 03 set 2008

13 gennaio 1971, Messina

mi descrivo così:
Su un piano diverso si muovono emozioni che non appartengono al mondo empirico. Per qualcuno la mia sfera emotiva appartiene al sogno, per altri è una forma di schizofrenia, per me sono solo io.

06 ottobre 2008

Al calar della sera

Sull’orlo delle ciglia in oblìo
riproducimi il verso delle stelle
quando si vanno a scagliare
tra le ipotesi passate
di un presente privo di memorie.
Raccogli le mie penne
e gettale al fiume
ché non c’è seme di conoscenza
che non germini nel dolore.


Avanza l'autunno nel calpestìo delle foglie sul selciato
ed è un passo appena abbozzato
al calar della sera.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento