username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Neil Gaiman

in archivio dal 28 feb 2011

10 novembre 1960, Portchester - Inghilterra

segni particolari:
Ho tre figli e sette gatti. Il mio libro, "American Gods", è stato premiato con un Hugo quale miglior romanzo.

mi descrivo così:
Sono un artista assolutamente poliedrico: dal fumetto di fantascienza al giornalismo, dallo scrittore di romanzi al conduttore radiofonico...

23 aprile 2012 alle ore 16:38

I ragazzi di Anansi

di Neil Gaiman

editore: Mondadori

pagine: 356

prezzo: 8,50 €

Acquista `I ragazzi di Anansi`!Acquista!

Un fantasy di Neil Gaiman è sempre una nuova esperienza. Ti dimentichi che è una storia fantasy dopo qualche pagina e ti ritrovi risucchiato in un nuovo mondo. Charles Nancy, Ciccio Charlie, è un uomo normale, che abita a Londra, a pochi giorni dal matrimonio con Rosie. Fin qui niente di strano, vero? Ci viene presentata la sua infanzia in Florida segnata da un padre che è fonte di continuo imbarazzo per il povero ragazzo. Suo padre è un uomo abbastanza affascinante. Nessuno infatti riesce a resistergli e il giorno in cui muore, Ciccio Charlie non solo deve volare verso quella che non è più la sua casa, ma deve anche confrontarsi con una strana e inaspettata eredità. Un fratello, Spider, che apparentemente ha ereditato tutto ciò che di magico aveva il padre. Ciccio Charlie scoprirà la vera natura di suo padre, quella di un dio: un dio ragno. Scoprirà, anche, come suo padre è riuscito, nel corso delle ere, a fare arrabbiare un bel po' di altri dei. Ma il problema maggiore sarà suo fratello, che pian piano gli ruberà la fidanzata, lo infilerà in guai seri con la giustizia e renderà la sua vita veramente impossibile. Con l'aiuto di tre anziane signore, streghe in realtà, Ciccio Charlie cercherà di liberarsi di Spider, ma, in qualche modo, caccerà entrambi in guai peggiori. Volete sapere se la stirpe dei figli di Anansi sopravviverà? Allora dovrete leggere questa fantastica storia.

recensione di Katia Guido

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento