username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

in archivio dal 06 giu 2007

Omar Gamba

28 ottobre 1974, Como
Segni particolari: Ho pubblicato 2 romanzi, Mario il chitarrista (2006) e I Mascalzoni (2008).
Mi descrivo così: Dicono che sono matto, ma intanto scrivo e i matti non lo fanno. I matti cantano al cielo e con lo sguardo rivolto alla luna cercano di abbronzarsi.
Mi trovi anche su:

elementi per pagina
  • 01 ottobre 2008
    Per te

    Ricordi quanto tempo è passato
    quando ci guardammo negli occhi?
    Nessuno ha pensato niente,
    certi vuoti tolgono anche le parole.


    Ti presentai un amico un giorno,
    ti portava un saluto da parte mia.
    Quella volta il pensiero sentii
    e l'anima a volte è più concreta
    più concreta di quanto si pensi.


    Potrei essere probabilmente ignoto
    alla memoria di chiunque
    se non firmassi ogni poesia
    con la penna che mi prestò quell'angelo.

     
  • 01 ottobre 2008
    Il lago (di Como)

    Brillante di colori
    riflessi nei tuoi specchi
    induci a quegli amori
    incisi nei miei occhi.


    Come rose in primavera
    scandiscono il colore
    rifletti luce vera
    che sopprime il mio dolore.


    Dolore d'esser vivo
    davanti a questa riva
    nel tempo sopravvivo
    grazie a questa fulva
    sabbietta del mio cuore.

     
  • 30 giugno 2007
    Una foto

    Guardo una fotografia
    c'è un vecchio ponte
    fatto di sassi su quella via
    di anime sorridenti.


    Attraverso col pensiero
    quel ponticello sopra un fiume
    che bagna quel paesaggio
    d'inverno.


    Solitudine d'un uomo
    che sta davanti all'immagine
    d'una fotografia
    d'anime sorridenti.


    Bionda come l'oro
    luccica nella foto
    una ragazzina di vent'anni
    che si muove tra la gente.

     
elementi per pagina