username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Pasquale Di Nitto

in archivio dal 23 nov 2009

19 gennaio 1973, Formia

segni particolari:
Giorgio Barberi Squarotti: 'Caro Di Nitto, il suo discorso d'amore è intenso e originale, al di là di tantissimi testi amorosi, antichi e moderni'

09 dicembre 2009

Connie

I morti
con i morti


e potrei
domani
anche
morire


domani


e in verità non riesco a immaginarmi per i miei giorni
senza questa di guerra


e per mestiere non oso comprenderla
la immagino e ho preso a fingere


di fatica costa fatica
anche solo desiderarla


di là dell’atlantico e la sua voce


amarla


la mia vita
forgiata
e resa amara


è la stagione ormai
che muore


**


la tua stagione antica
la tua porzione di cielo
la segreta stanza in cui l’uomo mortale ti somiglia
ha un volto
solo a intenderne meraviglia nel sangue il mistero


non è di donna la terra e il passo che bruciano in ombre la tua voce


non lei soltanto
sibilla di flanella
e rauche consolazioni


per non ferire
ferirsi
ma ti prego nasconditi al suo cuore


è la stessa fatica che d’inverno sposa
la vite incolta al mosto nuovo

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento